Territorio

Colle Petrito nasce nell’incantevole cornice della Murgia barese, un territorio generoso e ricco di terre coltivate da secoli.
Le nostre coltivazioni si estendono a circa 300-350 m sul livello del mare su terreni con tessitura di medio impasto, tendente al calcareo o tufacea.
L’altopiano murgiano presenta caratteristiche uniche nel suo genere: nel corso dei secoli, il fenomeno del carsismo ha prodotto vere e proprie sculture naturali, regalandoci un paesaggio tutto da ammirare.

In questa splendida cornice Colle Petrito ha saputo coniugare tradizione, memoria storica e utilizzo delle tecniche più avanzate per produrre vini di qualità e dall’indiscusso valore, il tutto selezionando le migliori uve autoctone.

I rilievi costituiti da formazione di roccia calcarea hanno subito una lunga erosione ad opera soprattutto delle acque piovane, che ne hanno modellato le forme creando doline, inghiottitoi, grotte, bacini carsici.
Il termine “Murgia” deriva, infatti, dalla parola latina “murex”, che significa “roccia aguzza”: non c’è pietra sulla Murgia che non riporti i segni del lungo e “puntiglioso” lavoro di erosione delle piogge.

In questa splendida cornice Colle Petrito ha saputo coniugare tradizione, memoria storica e utilizzo delle tecniche più avanzate per produrre vini di qualità e dall’indiscusso valore, il tutto selezionando le migliori uve autoctone.